La SIAE: aggiungi un posto a tavola!

Il discorso SIAE per chi vuole avere una cornamusa al proprio matrimonio o al ricevimento degli invitati presso la location è sempre fonte di dibattiti ed idee divergenti.🙄
Quanto segue è la mia esperienza fino ad oggi, anche coadiuvato da informazioni ricavate online.😉

Di cosa si occupa la SIAE
La SIAE è la Società Italiana Autori ed Editori. Riunisce, in qualità di associati, tutte le tipologie di artisti e compositori (scrittori, musicisti, registi, commediografi, ecc…). Il suo compito è quello di tutelare i diritti degli artisti sulle opere regolarmente depositate e registrate nei suoi archivi. Una delle modalità con cui la SIAE esercita questa tutela è l’incasso, per conto dei suoi associati, delle royalties (tasse) ad essi spettanti per l’utilizzo delle proprie opere d’ingegno. Per esempio, nel caso della musica, la tassa imposta dalla SIAE serve a pagare, ai musicisti associati, i proventi derivanti dalla riproduzione e dall’esecuzione in pubblico delle canzoni da loro composte.

Quindi né i musicisti da voi ingaggiati né il ristorante ci guadagnano alcunchè.😐

Apertura della pratica SIAE
Non tutti i brani, però, sono soggetti alla SIAE: lo sono solo quelli composti da artisti fino a 70 anni dopo la loro morte. Ne consegue che la musica classica, composta prima del Novecento, non è sottoposta al pagamento della SIAE.

L’assolvimento della SIAE deve avvenire ogni volta ci esibiamo con canzoni e/o brani in cui gli autori, o i loro eredi, possano far valere i loro diritti sull’opera. L’obbligo del pagamento SIAE non sussiste per cerimonie in chiesa in cui si utilizzino brani di musica classica o “tradizionali”, mentre deve essere sempre effettuato in caso di ricevimenti e feste.

Continua a leggere

Cranberries meets bagpipes

Ed ora, lasciandoci alle spalle Fairylands, andiamo indietro nel tempo fino ad aprile scorso. Contattato dai Myberries, gruppo emergente che esegue cover dei Cranberries, mi ha stuzzicato l’idea di suonare le mie cornamuse con un gruppo “rock”. Il risultato non è stato male, anche se ad un certo punto il suono della Uilleann è stato sovrastato dal volume incalzante degli strumenti elettrici… la prossima volta dovrò organizzarmi meglio con microfoni dedicati.

Riverdance, Andro, Hacka ed un brano dei Dropkick MurphysI’m shipping up to Boston:mrgreen:

Scatti dalla terra delle fate

E per finire la carrellata dei post su Fairylands 2013:mrgreen: , non potevano mancare alcuni scatti della serata:

01 Fairylands02 Fairylands03 Fairylands04 Fairylands05 Fairylands06 Fairylands
07 Faitylands08 Fairylands09 Fairylands10 Fairylands11 Fairylands12 Fairylands

Set di gighe e danze tradizionali

Sempre dal Fairylands festival 2013, il set di 3 gighe che abbiamo suonato per accompagnare le danze tradizionali scozzesi eseguite dalle Gens d’Ys.

Fairylands 2013 medley

Altro video della serata nella terra delle fate😉 . Questa volta vi propongo un medley: McGuire’s jigSteam train to Mallaig.

Cornamuse al TG5

Se non siete riusciti a venire a Guidonia, per il consueto appuntamento con Fairylands, ecco un breve servizio mandato in onda dal TG5:mrgreen: con la presentazione della banda di cornamuse di Roma (City of Rome Pipe Band)… ed, ovviamente, la mia cornamusa😉